• +39-3358117997
  • info@bimpianti.it

Messa a terra

Messa a terra

In ingegneria elettrica la messa a terra, o più propriamente messa a massa, è l’insieme di azioni e sistemi volti a portare un elemento metallico allo stesso potenziale elettrico del terreno.

La normativa CEI stabilisce che i conduttori di protezione (cavi di messa a terra ed equipotenziali) devono essere contraddistinti dal doppio colore giallo/verde. in passato la norma diceva che i cavi potevano essere gialli O verdi questo però creò problemi perché spesso il verde veniva usato anche come neutro e il giallo come fase fu così presa la decisione di avere un doppio colore.

 

Funzioni

Le funzioni di tale connessione possono essere:

  1. Messa a terra di protezione
    collegamento imposto dalla norma vigente (D.P.R. 547/55, legge 46/90 art.7 , norma CEI 64-8/4) per mantere le masse al potenziale di terra in condizione di normale utilizzo, realizzando una protezione mediante messa a terra
  2. Messa a terra di funzionamento
    collegamento di parti attive del sistema così da sfruttare il terreno come conduttore (es. Trazione elettrica ferroviaria)
  3. Messa a terra per lavori
    collegamento temporaneo per mettere fuori servizio la parte di impianto soggetta a lavori, utilizzando un sistema sicuro e ben visibile

Gli scopi fondamentali della messa a terra sono:

  • Offrire protezione contro i contatti indiretti.
  • Permettere l’intervento dell’interruttore differenziale in caso di guasto verso terra.
  • Proteggere persone e impianti da tensioni elettriche di qualsiasi origine.

Altre funzioni sono:

  • Impedire l’accumulo di elettricità statica e prevenire scariche elettrostatiche dannose per apparati elettronici e di telecomunicazione. In bioedilizia queste scariche sono considerate dannose anche per la salute umana.
  • In elettronica ha anche la funzione di scaricare i disturbi elettromagnetici e fornire un potenziale di riferimento.
Bizzarri Impianti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: