• +39-3358117997
  • info@bimpianti.it

Archivio dei tag segnale

Il sistema perimetrale esterno

barriere-microonda

 Il sistema perimetrale esterno, può essere di due tipi:

– interrato
– esterno con elementi a vista

Il sitema interrato con cavo.
Un cavo, realizzato con una particolare tecnica costruttiva, consente la formazione di un campo elettromagnetico utilizzando due conduttori accoppiati in un’unica guaina protettiva, una unità di controllo genera un segnale a radiofrequenza e lo invia in uno dei conduttori costituenti il cavo sensore, mentre, una parte del segnale radio si accoppia al secondo conduttore che lo invia nuovamente verso l’unità di controllo, la quale ne analizza le variazioni, utilizzando sofisticati algoritmi di elaborazione mediante un’elettronica a microprocessore, quello che ne deriva è un campo di rivelazione invisibile che si forma sopra e sotto il terreno e si sviluppa per l’intera lunghezza del perimetro, indipendentemente dalla forma dello stesso, se un soggetto con massa sufficientemente grande entra nel campo elettromagnetico, l’unità di elaborazione genera un allarme mentre le comuni cause di false allarme come piccoli animali, uccelli, neve, nebbia ecc ecc, vengono ignorate.

I sensori a vista
Esistono un gran numero di sensori per protezione perimetrale esterna a vista  ne presentiamo solo alcuni per consentire una piccola conoscenza.

Sensori passivi
WatchOUT™ usa il riconoscimento selettivo degli eventi per distinguere le circostanze d’intrusione reale dalle cause dei numerosi falsi allarmi che l’instabilità dell’ambiente esterno implica.
Il riconoscimento selettivo degli eventi di WatchOUT avviene grazie a 4 canali (2 MW + 2 PIR) adibiti alla rivelazione:

 

    • La tecnologia SRT (Sway Recognition Technology) usa i 2 canali a microonde per il riconoscimento di oggetti che oscillano ma non si spostano come ad esempio arbusti o rami degli alberi e che quindi devono essere ignorati;
    • La tecnologia digitale di correlazione usa i 2 canali PIR ad ottica separata per assicurare che solo i soggetti che creano un segnale simile e correlato in entrambi i canali PIR possano far scattare l’allarme. Sono quindi discriminati ed ignorati gli animali, improvvisi sbalzi di temperatura e riflessi.

 

Trired di Tecnoalarm
Il TRIRED è un innovativo rilevatore concepito per dare soluzione alle necessità di protezione di porte, finestre, ampie terrazze e aree esterne in generale. Adotta una esclusiva tecnologia a 3 pir ad infrarosso passivo ed i tre fasci con lenti corridoio, indipendenti fra loro, consentono una sicura rilevazione sino a 30 metri.
Lo snodo ne consente l’ampio brandeggio sugli assi verticale e orizzontale ed il contenitore, con grado di protezione IP55, garantisce la totale protezione dagli agenti atmosferici.
E’ disponibile anche in versione RSC con collegamento su BUS per la completa telegestibilità da remotomendiante le centrali Tecnoalarm BUS.

 

banner1

TECNOALARM sistema RDV remote digital verfication

La grande esperienza della TECNOALARM nella progettazione dei rilevatori di Microonde e Doppia tecnologia, unitamente alla perfetta conoscenza degli ambienti ed al crescente sviluppo delle societa’ di Telesorveglianza sono alla base della grande motivazione dell’ufficio ricerche e progetti per la realizzazione di questa nuova tecnologia chiamata RDV (Remote Digital Verification) verifica digitale degli allarmi a distanza (Brevetto Internazionale).
Attualmente le tecnologie di verifica degli allarmi per impianti antifurto collegati ad un centro di telesorveglianza autorizzato ad esercitare la ricezione e la gestione degli eventi con pronto intervento da parte di personale proprio di vigilanza, oppure autorizzato a richiedere l’intervento delle Forze dell’ordine, sono essenzialmente tre:

1